Agricoltura

Verso l'autosufficienza alimentare, senza petrolio

Le origini dell'agricoltura sono molto antiche, da almeno diecimila anni, infatti, l'uomo ha iniziato a coltivare vegetali per il proprio sostentamento, migliorando via via le tecniche di coltivazione di pari passo con lo sviluppo tecnologico umano. Da un'agricoltura di sussistenza si è passati ad un'agricoltura estensiva basata su latifondi e rotazione delle coltura, fino ad arrivare alla moderna agricoltura intensiva di tipo industriale (meccanizzazione, fertilizzanti e pesticidi chimici, ingegneria genetica), possibile solo grazie all'abbondanza di energia contenuta nelle riserve di fonti fossili. Con la diminuzione di tali riserve e l'aumento dei prezzi, questo tipo di agricoltura diventa sempre più cara, così come sempre più caro sarà il prezzo ambientale che stiamo e dovremo pagare in futuro. In questa sezione sono riportati articoli per attuare un tipo di agricoltura che sia sostenibile, in modo da promuovere l'autosufficienza alimentare con una rete di piccoli orti sparsa sul territorio ed in rete tra loro. Solo così, difatti, è possibile ottenere del buon cibo, a Km 0, senza usare prodotti di sintesi.

"Bastano 1000mq a persona per arrivare all'autosufficienza alimentare, ma la cosa più importante è che la cura del proprio campo, armonizzandosi con i cicli della natura, nutre non solo il corpo, ma anche l'anima". - Masanobu Fukuoka


Condividi su Facebook